1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Progetto a tutela della salute degli sportivi

Positivo alla salute nelle scuole

 
richiedere di partecipare a corsi/incontri di formazione .

Per richiedere di partecipare a corsi/incontri di formazione compila il seguente form

 
 
 

Descrizione dell'attività didattica

Progetto orientato alla lotta al doping e alla promozione di sani stili di vita, promosso da Azienda USL di Modena e Regione Emilia-Romagna.

 
 

Rivolto a
Docenti e studenti della classe terza delle Scuole Secondarie di I grado, docenti e studenti delle Scuola Secondaria di II grado della provincia (classi terze e quarte)

 

Obiettivi
Il progetto, che rientra nell'omonima campagna della Regione Emilia-Romagna patrocinata dal Ministero della Salute, prevede un corso di formazione rivolto ai docenti per metterli in grado di realizzare un intervento di promozione di uno stile di vita sano, orientato in particolare ad una adeguata attività motoria e alla lotta al doping. Al termine del corso, nei confronti dei loro studenti gli insegnanti sapranno metterli in grado di:

  • conoscere e comprendere il "valore di salute" dell'attività fisica e sportiva
  •  conoscere il legame tra corpo, movimento, alimentazione e benessere
  •  riflettere sul concetto di IMMAGINE CORPOREA in adolescenza
  •  riflettere sul concetto di CORPO nell'ERA DIGITALE (internet, social network, You Tube...)
  •  riflettere sul valore di sani stili di vita
  •  conoscere gli effetti negativi delle sostanze dopanti
  •  favorire l'assunzione di atteggiamenti e comportamenti salutari atti a contrastare l'utilizzo di sostanze dopanti, combattere l'intenzione di migliorare artificialmente la prestazione fisica, contrastare la soluzione farmacologica ai problemi risolvibili attraverso una modifica positiva del proprio stile di vita
  •  favorire l'educazione e le relazioni tra pari attraverso giochi di ruolo, performances e simulazioni.
 

Programma, metodo, strumenti e verifica
Il corso è articolato, secondo le disponibilità della scuola, in uno o due incontri di durata dal 60 ai 120 minuti, ciascuno in cui vengono affrontati i seguenti argomenti:

  • il valore dell'attività fisica in termini di salute;
  •  il valore del corpo reale
  •  il corpo in adolescenza
  •  alimentazione adeguata in relazione all'attività fisica: miti, leggende e verità riguardo gli integratori alimentari;
  •  lo sport come valore sociale;
  •  il doping: slealtà verso sé stessi e gli altri;
  •  effetti delle sostanze dopanti sulla salute.

Se l'intervento è rivolto agli insegnanti partecipanti viene consegnato materiale multimediale per la realizzazione autonoma di un progetto rivolto alle proprie classi e per la promozione di interventi di Peer Education.
Se rivolto agli studenti i diversi incontri saranno strutturati a livello metodologico in modo da alternare spazi riflessivi a momenti più info-educativi per permettere al gruppo classe di apprendere da modalità d'aula più partecipative.

 

Gli strumenti a supporto di questo progetto saranno quelli tipici di interventi Learning by doing quali: brainstorming, focus group, storie narrate, fotolinguaggio, utilizzo dei mass madia, lavoro in piccolo gruppo, role-playing.
Gli operatori sanitari sono disponibili a fornire consulenza per la progettazione. Per chiarimenti e approfondimenti gli insegnanti e gli studenti possono fare riferimento al sito www.positivoallasalute.it. Viene messo a disposizione degli insegnanti anche un questionario da utilizzare per la verifica dell'apprendimento da parte degli studenti.

Al termine del progetto, se i docenti lo ritengono necessario, può essere organizzato (in forma assembleare mettendo insieme più classi) un incontro tra gli studenti e gli operatori sanitari con la finalità di un confronto/dibattito per approfondire interessi particolari dei ragazzi sulla base delle attività svolte. A conclusione del progetto, è previsto un incontro di condivisione e valutazione con gli operatori sanitari sui risultati conseguiti. Gli eventuali materiali prodotti dai ragazzi nell'ambito delle attività legate al progetto possono essere valorizzati con diversi canali, tra cui il sito questo sito.

 

Edizioni e sede
Il numero di edizioni e la sede saranno individuati in base al numero e alla provenienza degli iscritti con l'eventualità, pertanto, che il corso si tenga in un distretto diverso da quello in cui si trova la scuola.

 

Referenti 
Gustavo Savino - Servizio Medicina dello sport AUSL di Modena, coordinatore del Centro Regionale Antidoping  
Operatori ed esperti delle AUSL della Provincia di riferimento della Scuola richiedente

 

Materiale didattico